BRIOCHES DI LIEVITO MADRE

Oggi doppio esperimento: le brioches fatte in casa con il mio Lievito Madre e la pubblicazione di un post con il solo uso dell’iPhone causa internet fuori uso a casa.
Le brioches sono state un esperimento estemporaneo di ieri sera a causa di una sovrapproduzione di lievito madre che stava per strabordare dal barattolo. Ancora non sono in grado di buttare via l’eccesso. Mi pare un “peccato” troppo grande. E così, girovagando qua e là, trovo una ricettina che, riveduta e corretta, sembra fare al caso mio, ovvero: sono le 23 e non ho voglia di stare in ballo per molto e domattina voglio delle brioches per colazione.
Ecco il risultato, direi notevole per essere il primo esperimento, per di più di mezzanotte.

20130428-152413.jpg

Ingredienti (per 8 brioches):

100 gr di farina di farro
100 gr di farina integrale
75 gr di farina 00
150 gr di lievito madre rinfrescato (in altrnativa un cubetto di lievito di birra)
100 ml di latte
1 uovo
30 gr di burro
100 gr di zucchero
1 pizzico di sale

Il procedimento è molto semplice. Se avete un’impastatrice lo sarà ancora di più (io utilizzo la macchina del pane nella sola funzione di impastatore) . Ho sciolto il lievito madre con il latte appena intiepidito e ho aggiunto poi l’uovo, lo zucchero, il burro a fiocchetti e piano, piano tutta la farina. Ho lasciato che gli ingredienti si amalgamassero bene fino ad avere un panetto liscio e omogeneo. Ho tolto l’impasto dalla macchina e l’ho riposto in un recipiente di plastica spazioso, coprendolo con un pó di pellicola. L’ho lasciato tutta la notte a lievitare nel forno con la sola luce accesa, in modo che la temperatura fosse costante e di circa 30 gradi.
Verso le 7.30 di stamane ho trovato l’impasto triplicato. Su un piano di lavoro l’ho steso con il mattarello cercando di formare un cerchio di pasta dello spessore di circa mezzo centimetro. Con un tagliapasta ho ricavato 8 spicchi di uguali dimensioni. A questo punto ho deciso di farcire le brioches con marmellata ai frutti di bosco e ne ho riposto, quindi, un cucchiaino alla base di ogni spicchio. Ho arrotolato, poi, ogni spicchio partendo dalla base fino al vertice fino a formare i cornetti che ho riposto sulla teglia ricoperta da carta da forno. Li ho lasciati lievitare ancora un paio d’ore coperti da pellicola. Li ho poi spennellati con dell’uovo, ho spolverato con un pó di zucchero di canna e semi di papavero. Ne ho infornati 4 a 190 gradi per 15 minuti.
Gli altri 4 li ho messi in freezer su una teglia. Quando saranno completamente congelati li riporró in un sacchetto pronti per essere infornati per la prossima colazione.

20130428-155554.jpg

Annunci

12 thoughts

  1. brioches a mezzanotte….tu sei pazza, a quell’ora posso prepararmi al massimo una camomilla o una citrosodina, ma daltronde buttare via il lievito madre è peccato!!!! gravissimo peccato….sei il mio mito 🙂 mi ha anche colpito il bassissimo contenuto di burro, solitamente esagerato in qualsiasi croissant. bacio, Lory

    1. Non è assolutamente vero. Ne saresti capace anche tu se le due bestioline ti lasciassero un pó di tregua durante il giorno.
      Il burro è poco, è vero. Il risultato ovviamente è quello di una brioches morbida, ma non del croissant francese. Un bacio enorme 🙂

  2. Eccoti! Ed ecco i tuoi esperimenti con il lievito madre… che ti rubi qualche idea? 🙂 magari proprio questa! la tua manina me la porto a casa… poi te la mando! peccato non aver chiacchierato un po’ di più oggi! Un bacino! Sere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...