GNOCCHI DI FARINA DI CECI E PESTO

A Milano si mangia male. Questo è uscito dalla mia bocca proprio ieri, quando ho incontrato per la prima volta Alice (alias Panelibrienuvole). Mi sono sentita in dovere di giustificarmi mentre, all’ingresso del locale gremito di gente per la pausa pranzo, sgomitavamo per avere il tavolo che avevo prenotato. Ma sarà proprio vera la mia affermazione? O sono io che sono sempre ipercritica nei confronti di questa benedetta città che mi ha visto nascere e crescere? Come raccontavo a lei, a Milano c’è tutto ciò che si vuole, anche in fatto di cibo: ristoranti di qualsiasi tipo ed etnia, per qualsiasi tasca, aperti fino a tardi, quelli con formula “all you can eat” dove puoi mangiare fino a svenimento, i modaioli, gli stellati, i vegani. Non ci manca nulla. Eppure quando mi chiedono – “mi consigli un ristorante?”- io non so mai che dire, mentre quando me lo chiedono per altre città, mi infervoro e comincio a snocciolare nomi di questo e quell’altro posto. Eppure non mi capacito di questo. Forse non vado abbastanza fuori a cena a Milano. Forse spendo sempre troppo per essere contenta di uscire fuori a cena a Milano. Forse non abbiamo un’identità gastronomica così forte o forse si è persa e dispersa negli anni. Voglio cambiare idea. Voglio poter dire “ti porto a cena io stasera in un posto fantastico, dove si mangia benissimo e si spende il giusto”. Per il momento sono un’accanita frequentatrice di ristoranti giapponesi. Qui il sushi è più buono che a Tokio.

Avete mai preparato gli gnocchi in dieci minuti di orologio? Questa ricetta mi è saltata all’occhio nell’ultimo numero di Sale&Pepe e sono rimasta subito folgorata. Mi sono anche chiesta (perché a volte mi è capitato) se le dosi fossero corrette, ma mi sono pentita di aver pensato male dopo aver assaggiato. Questi gnocchetti sono morbidi e adattabili a mille sughi diversi. Io li ho preparati con sugo di pomodoro, come previsto sulla ricetta.

Per quanto mi riguarda ho finito di pelare patate, se non per occasioni speciali.

foto

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 

* 250 ML DI ACQUA

* 125 GR DI FARINA 00 (più altra per infarinare gli gnocchi se necessario)

* 125 GR DI FARINA DI CECI

* 2 CUCCHIAI DI PESTO DI BASILICO

* SUGO DI POMODORO

foto 1

PROCEDIMENTO:

Ho messo a bollire l’acqua in una pentola e non appena ha preso il bollore ho spento e vi ho versato le due farine, cercando di amalgamarle velocemente con l’acqua con l’aiuto di un mestolo di legno. Ho aggiunto anche il pesto e ho continuato a mescolare energicamente cercando di incorporare tutta la farina. Ho lasciato intiepidire una decina di minuti e ho preso poi l’impasto con le mani per lavorarlo un po’ su una spianatoia. Ho formato i classici filoni di pasta dividendola i più parti e ho tagliato, poi, gli gnocchetti. Li ho passati su una gratella per rigarli e li ho bolliti in acqua bollente e salata fino a che non sono venuti a galla. Li ho scolati con una schiumaiola e li ho conditi con sugo di pomodoro.

foto 2

Annunci

47 thoughts

  1. ciao, questa ricetta mi incuriosisce e la proverò di sicuro per finire la farina di ceci che a casa nostra amo solo io…vediamo se negli gnocchi riesco a ingannare la truppa. Bello il tuo blog, ciao!

  2. Esco troppo poco a cena o a pranzo, per poterti dire se tu abbia o meno ragione. Però, per la minimissima esperienza che ho, a Milano come in altre città, non posso darti torto. Dove ho mangiato meglio il conto era eccessivamente salato e nessun posto mi ha colpito per il rapporto qualità prezzo.
    Preferisco rimanere in casa e assaporare questa delizia. Il pesto nell’impasto è incantevole. Superbi!!

    1. Ti volevo scrivere ieri sera su facebook…non riesco a commentare i post del tuo blog: scrivo il commento, ma quando do l’invio, il commento si cancella 😦 è snervante . Hai idea di quale possa essere il problema? Io ho già provato a chiedere sul forum di wordpress, ma non sono arrivata a nulla…
      Tornando a noi, anche io spesso preferisco mangiare a casa piuttosto che farmi pelare in qualche ristorante “fighetto”. Gli gnocchi con questo impasto sono davvero molto semplici da preparare e troppo veloci per non provarli.
      Ciao Erica, un bacione!

      1. Gli scambi di info in fb credo abbiano chiarito un po’ questo conflitto di interessi tra blogspot e wordpress.
        Ma veniamo a noi….. e mangiamo sano e casalingo, ahahahahahah!!
        Ciao cara, buona giornata.

  3. Angiola!!!! Ma lo sai che se non mi scrivevi ora stavo per farlo io??? Non ricevo più i tuoi post :lol( mi mancavi ed ero un pochino in pensiero….. ora vedo la tua ultima opera perché sono venuta a cercarti…. con la farina di ceci hli gnocchi??? Forse è pet qsto che si compattano prima no?? Ma il mio ultimo msg dui grissini lo hai ricevuto? Boh?? Con wordpress è un caos…. Spero tu sia serena. SOGNI D’ORO Amica★☆★

    1. Cara Mari, ieri sera sei magicamente ricomparsa nel mio reader 🙂
      Come stai? No che non ho ricevuto il tuo messaggio sui grissini…ma un sms intendi?
      Gli gnocchi sono velocissimi, perchè non ci sono patate da bollire e pelare ma solo acqua bollente e farina. Provali! Non ti deluderanno 🙂
      Un bacione e fammi sapere!

      1. No, ti ho scritto tramite Blog…. cmq ti dicevo che grazie alla tua ricetta, ora sto sperimentando diverse varianti e tutte un gran successo. Viene bene con la manitoba bio, ma ora che li ho fatti con la semi integrale macinata a pietra del Mulino Marino, sono “da sbattere la testa al muro”!!!! Ma allora, quando fa bello, ci vediamo???? Abbraccio super 😆

  4. Ma che belli loro ( o anche ganzi come si dice dalle mie parti d’origine)… grazie mille per questa ricetta, devo segnarla. Visti i tempi biblici della poste italo-canadesi il mio Sale&Pepe arriverà che già si starà parlando di pesche, quindi grazie 2 volte!

  5. Adoro gli gnocchi, ed ho giusto della farina di ceci che langue da troppo tempo.
    Devo darmi da fare!
    Se scopri posti dove mangiare bene bene a milano dimmelo.
    Te ne mollo uno su Genova, sia mai, anche se non vado da svariati anni dovrebe sempre essere molto buono: Le Prie Rosse
    Un abbraccio grande
    Lou

  6. e gnocchi di ceci siano! dopo quelli di ricotta, che a casa mia sono diventati un must settimanale con tanto di ode della piccola pulce, ora mi tocca provare anche questi…però quando torno a Faenza perché mi son portata dietro due/tre delle farine che avevo ma non quella di ceci!!!
    bacioni e forza che è venerdì

    1. Secondo me questi rientreranno presto e forse, supereranno quelli di ricotta, almeno per velocità di preparazione…
      io credo che tu possa provarli anche con altri tipi di farina. Io non ci ho ancora provato, ma secondo me verranno benissimo.
      Beata che domani farai tutto con calma! Quanta invidia! 🙂
      Un bacione!

  7. Fantastici! Forse è la volta buona che mi decido ad usare la farina di ceci comprata mesi fa…e meno male che i ceci li adoro!!
    Be’, il posto non era così tremendo dai…e poi la compagnia era allegra e piacevole, quindi per me il bilancio è iper positivo! 🙂 E la prossima volta, magari, giapponese…

    1. No dai, in effetti non era male, la piadina faceva pietà, ma va bene così 🙂 Abbiamo altri pregi :):):)
      Se provi gli gnocchi, poi fammi sapere. Questa è una ricetta veloce e d’effetto, come quelle che piacciono a te.
      ciao, un bacione

  8. Li trovo veramente eccezionali! Oggi è il famoso “Venerdì gnocolar” di cui ho già parlato, quindi a Verona è categorico: si mangiano gli gnocchi! Se avessi visto prima la tua ricetta mi sarei risparmiata la fatica di farli classici (e lunghissimi) di patate!!

    1. Quindi da voi il giorno deputato agli gnocchi non è il giovedì? Con te c’è sempre da imparare 🙂 Questi gnocchi sono davvero veloci per non provarli! Oggi a pranzo eravamo in cinque, ho iniziato a preparare alle 12.15 alle 13 eravamo a tavola.
      Un abbraccio Silva, a presto!

  9. che bello che vi siete viste!!!!!! anch’io la prossima volta dai!!!! 🙂
    e che belli e saporito qst gnocchi! in effetti nel leggere le dosi qualche dubbio verrebbe anche a me, ma adesso che tu hai fatto la prova del 9 mi fido! 🙂
    ps: io anche in provincia non so mai cosa consigliare! Figuriamoci a milano città!!! 😀

  10. Siiiii…adoro gli gnocchi all’acqua e da quando li ho scoperti non riesco più a farne a meno 😛 Anche x me niente + patate nell’impasto ma farine di tutti i tipi e gusti ^_*
    Tornando al tuo discorso, a dirti la verità penso che dopo aver assaggiato la cucina di casa non si è mai soddisfatti ad andare fuori..ormai io e mio marito non lo facciamo anche x risparmio e se possiamo si fanno cene con amici a casa..dove indovina a chi tocca il lavoro maggiore??? ma è sempre un piacere ^_*
    Buon we cara ❤
    la zia COnsu

    1. Ma dai, quindi li conoscevi già!
      E’ vero, anche noi oramai, spesso e volentieri preferiamo cucinare a casa, perché, alla fine, mangiamo meglio 🙂 anche se è vero che quando si organizzano cene, il lavoro da fare è impegnativo e soprattutto quando si è in tanti, andare fuori è una comodità.
      Buon inizio settimana anche a te!
      Un abbraccio

      P.S Ho un sacco di problemi a scrivere commenti su blogspot, non so come mai. Mi hanno detto che capita per un conflitto di interessi tra wordpress e blogspot… 🙂 Ora mi hanno dato una dritta, spero che funzioni

  11. Mi piace tanto la farina di ceci e farò al più presto questa tua ricetta..Hai qualche buon locale da consigliarmi a Bologna?? Non si mangia bene come tempo fa …Ciaooo e se ti va ti aspetto da me ^_^

  12. Bella ricetta, quasi quasi provo a farli oggi visto che ho tutto..magari al pomodoro e basta! ciao, bel blog..ma sono solo vegetariane le tue ricette?

    1. Ciao!
      Fammi sapere poi come sono venuti allora?
      Le mie ricette sono quasi tutte vegetariane, ma se guardi bene, trovi anche del pesce…diciamo che è solo la carne quella che fatico a far entrare…
      ti farò presto visita.
      Un abbraccio e grazie di essere passata

  13. Ciao!
    Bella ricetta, ma riducendo le dosi mantenendo le proporzioni l’impasto era troppo molle per essere lavorato. Ho dovuto aggiungere parecchia farina. Unica differenza: farina 0. Come e’ possibile? Grazie!!

    Romina

    1. Ciao Romina,
      Mi dispiace 😦 Tieni conto che tutte le farine, a seconda della marca che acquistiamo, hanno un potere di assorbimento differente di acqua. Hai fatto bene comunque ad aggiungere farina per lavorare l’impasto. L’avevo infatti indicato anche io nella ricetta che sarebbe stata necessaria altra farina per lavorare gli gnocchi. Se la prossima volta utilizzerai la stessa farina, ricordati di utilizzarne un pochino in più. In ogni caso alla fine sei riuscita a farli? E come sono venuti?
      Grazie per avermi scritto e se hai bisogno di qualche consiglio, scrivimi ancora!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...