Tag

, , , , , , ,

A Milano si mangia male. Questo è uscito dalla mia bocca proprio ieri, quando ho incontrato per la prima volta Alice (alias Panelibrienuvole). Mi sono sentita in dovere di giustificarmi mentre, all’ingresso del locale gremito di gente per la pausa pranzo, sgomitavamo per avere il tavolo che avevo prenotato. Ma sarà proprio vera la mia affermazione? O sono io che sono sempre ipercritica nei confronti di questa benedetta città che mi ha visto nascere e crescere? Come raccontavo a lei, a Milano c’è tutto ciò che si vuole, anche in fatto di cibo: ristoranti di qualsiasi tipo ed etnia, per qualsiasi tasca, aperti fino a tardi, quelli con formula “all you can eat” dove puoi mangiare fino a svenimento, i modaioli, gli stellati, i vegani. Non ci manca nulla. Eppure quando mi chiedono – “mi consigli un ristorante?”- io non so mai che dire, mentre quando me lo chiedono per altre città, mi infervoro e comincio a snocciolare nomi di questo e quell’altro posto. Eppure non mi capacito di questo. Forse non vado abbastanza fuori a cena a Milano. Forse spendo sempre troppo per essere contenta di uscire fuori a cena a Milano. Forse non abbiamo un’identità gastronomica così forte o forse si è persa e dispersa negli anni. Voglio cambiare idea. Voglio poter dire “ti porto a cena io stasera in un posto fantastico, dove si mangia benissimo e si spende il giusto”. Per il momento sono un’accanita frequentatrice di ristoranti giapponesi. Qui il sushi è più buono che a Tokio.

Avete mai preparato gli gnocchi in dieci minuti di orologio? Questa ricetta mi è saltata all’occhio nell’ultimo numero di Sale&Pepe e sono rimasta subito folgorata. Mi sono anche chiesta (perché a volte mi è capitato) se le dosi fossero corrette, ma mi sono pentita di aver pensato male dopo aver assaggiato. Questi gnocchetti sono morbidi e adattabili a mille sughi diversi. Io li ho preparati con sugo di pomodoro, come previsto sulla ricetta.

Per quanto mi riguarda ho finito di pelare patate, se non per occasioni speciali.

foto

INGREDIENTI PER 4 PERSONE: 

* 250 ML DI ACQUA

* 125 GR DI FARINA 00 (più altra per infarinare gli gnocchi se necessario)

* 125 GR DI FARINA DI CECI

* 2 CUCCHIAI DI PESTO DI BASILICO

* SUGO DI POMODORO

foto 1

PROCEDIMENTO:

Ho messo a bollire l’acqua in una pentola e non appena ha preso il bollore ho spento e vi ho versato le due farine, cercando di amalgamarle velocemente con l’acqua con l’aiuto di un mestolo di legno. Ho aggiunto anche il pesto e ho continuato a mescolare energicamente cercando di incorporare tutta la farina. Ho lasciato intiepidire una decina di minuti e ho preso poi l’impasto con le mani per lavorarlo un po’ su una spianatoia. Ho formato i classici filoni di pasta dividendola i più parti e ho tagliato, poi, gli gnocchetti. Li ho passati su una gratella per rigarli e li ho bolliti in acqua bollente e salata fino a che non sono venuti a galla. Li ho scolati con una schiumaiola e li ho conditi con sugo di pomodoro.

foto 2

Annunci