INSALATA RUSSA

Sono assente da qualche settimana e forse lo sarei stata ancora qualche giorno in più, ma non potevo sopportare l’idea di vedere il mese di marzo finire senza aver pubblicato neanche un post. Vi potrei dire che ho avuto mille impegni e qualche problemino (vero), la febbre (vero), pochi momenti per fotografare (fa buio ancora troppo presto per riuscire a cucinare e fotografare dopo il lavoro), ma quando si vuole qualcosa davvero, il tempo e il modo si trovano sempre. Mi sono concessa una pausa, guardandomi intorno un po’, anche se spesso la sera pensavo al mio piccolo angolo di web solo e un po’ trascurato con un po’ di nostalgia. Gli allontanamenti servono a riflettere, un po’ come in amore e, quando qualcuno o qualcosa è importante, si torna sempre sui propri passi e si ricomincia da dove si è lasciato, con la consapevolezza che questo qualcosa, quando non c’è, manca. Piatticoitacchi mi è mancata. Torno, quindi, piena di energia nuova e con tanta voglia di ricominciare da dove ho lasciato, consapevole che questo mio angolo è troppo importante per me per poterlo abbandonare, anche ora che sono a dieta e cucinare senza poter gustare sarà un po’ più difficile. Ma le sfide sono il mio mestiere. Più è difficile e più mi piace. Quindi avanti con la prima ricetta goduriosa e super calorica, ma meravigliosa, anche in versione vegan: l’insalata russa, un omaggio al Piemonte, dove l’ho assaggiata per la prima volta (prima pensavo si trovasse solo nei banchi delle gastronomie dei supermercati) e invece è un piatto della tradizione piemontese e lo si trova spesso nei ristoranti come antipasto. Sembra un piatto semplicissimo e in effetti lo è, ma è necessario trovare la giusta armonia di sapori ed ingredienti.

foto 2

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

PER LA MAIONESE:

* 100 ml di latte di soia

* 2 cucchiai di limone (o 1 di limone e uno di aceto bianco)

* 2 cucchiai di senape

* Sale QB

* Olio di semi di girasole o di mais q.b (saranno necessari circa 140 gr)

Inserire tutti gli ingredienti, tranne l’olio, in un recipiente alto e stretto, adatto al frullatore ad immersione ed iniziare a frullare, cercando di incorporare aria, nel frattempo iniziare ad incorporare l’olio a filo fino al raggiungimento della consistenza che desiderata. Per l’insalata russa sarà necessario avere una consistenza media, né troppo liquida, ma neanche troppo soda.

PER LE VERDURE:

* 200 GR di patate

* 100 GR di carote

* 100 gr di piselli freschi o surgelati

* 6 cetriolini sott’aceto

* 2 cucchiai di capperi

Tagliare le verdure a piccoli cubetti, possibilmente di uguali dimensioni. Bollire le patate, le carote e i piselli in acqua leggermente salata, separatamente fino a renderli cotti, ma lasciandoli un po’ al dente. Lasciarli raffreddare. Riunire in una ciotola le verdure, unendo anche i capperi e i cetriolini tagliarti a rondelle e infine aggiungere la maionese ed amalgamare il tutto. E’ preferibile lasciare riposare qualche ora la maionese per gustarla al meglio.

foto 1

 

 

Annunci

35 thoughts

  1. Me dove eri finita, Angiola?! Va be’, meno male che sei tornata… lo puoi fare di nuovo quindi, di sparire, basta che dopo torni col le tue ricette e le tue foto, che mi sono mancate non poco!
    Un grosso abbraccio.

  2. Bentornata!! 🙂 Finalmente…sentivamo la tua mancanza!
    I periodi di riflessione servono sempre, per verificare la rotta ed essere certi di quello che si vuole veramente…e dopo, o si cambia o si prosegue più convinti di prima.
    Ci credo che ormai non potresti fare a meno di questo spazio, è lo stesso per me…quindi tieni duro, contro il poco tempo, la dieta e la luce che non c’è!
    Sai che ho scoperto solo qualche anno fa che l’insalata russa è tipicamente piemontese? E nonostante la mia intolleranza (psicologica) alla maionese ne ho assaggiate alcune così buone che mi hanno fatto cambiare idea.
    Buona giornata! 🙂

    1. Ciao Alice!
      Vero che è buonissima? Anche a me è successa la stessa cosa. Pensavo “che strani questo piemontesi che mangiano questa cosa tutta grassa da supermercato” e invece mi sono ricreduta ai primi assaggi, sia quando l’ho mangata in casa, sia nei ristoranti.
      Mi siete mancati anche voi, ma, come giustamente hai detto tu, ora sono più convinta di prima!
      Un abbraccio e sentiamoci presto!

    1. Grazie mille! I vostri saluti di bentornata mi riempiono davvero di gioia. Anche io non sapevo che fosse un piatto piemontese. E’ meravigliosa se preparata in casa e ti assicuro che maionese vegan non ha davvero nulla da invidiare a quella tradizionale!
      Un abbraccio e grazie di cuore di essere passata! 🙂

  3. Delicious…Simple …and Elegant …a great combination which always leads to success!!!
    Yes its been a while between posts..but as you eloquently stated “ma quando si vuole qualcosa davvero, il tempo e il modo si trovano sempre” (it is my motto too..especially in your regards)
    kisses
    joe

      1. Ciao Angi..
        Silly little angel… Of course and there is no need to ask for forgiveness 🙂
        I know you are busy..and time is not always available..
        I am here..You know that!!!
        PS..Your english is more than sufficiently correct and very understandable! 🙂
        xxx

  4. Le sfide sono il tuo mestiere??? non l’avrei detto cancerina…
    bentornata innanzitutto…ci sei davvero mancata!!! non ci abbandonare più per così tanto tempo…

    non vado matta per l’insalata russa ma forse perché le poche volte che l’ho mangiata era quella del supermercato…fatta in casa e per lo più in versione veg deve essere tutta un’altra cosa

    bacioni!!!

  5. bella, anche l’idea di servirla così sporzionata!
    vedrai che anche la tua dieta sarà lo spunto per nuove idee da condividere, come è per me con l’allergia ai latte e co.
    buona giornata!

    1. Hai una delicatezza incredibile anche nel comunicare queste cose e mi hai reso piacevole ricevere questo premio che, solitamente, non apprezzo molto 🙂
      Lo accetto molto, molto volentieri, ma, per “policy interna” ( 🙂 ), ho deciso fin dal proncipio di non portare avanti queste catene.
      Ti ringrazio, però, davvero tanto, tanto del pensiero, che so essere più che sincero e da parte tua mi onora.
      Un abbraccio

  6. ma lo sai che non ho mai fatto l’insalata russa?? questa versione deve essere buonissima…e dalle foto mi appare anche umida e ben amalgamata…vorrei provarla davvero!!! e bentornata….anche io sono un po latitante…ma non per riflessioni…ma per incasinamento lavoro casa famiglia…uffi!

    1. Ciao Enrica! E’ un po’ che non ci sentiamo…spero di non essermi persa troppo, ma passerò a trovarti per vedere di persona.
      Anche io non avevo mai fatto l’insalata russa prima di inizare a frequentare assiduamente il piemonte…è davvero molto, molto, buona. AL di sopra di ogni aspettative, che, in effetti, erano molto basse, perchè pensavo fosse un prodotto da supermercato…
      la mia versione con maionese vegan, mi piace forse ancora di più, perchè l’assenza di uovo donferisce un sapore molto delicato.
      Un abbraccio grande, a presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...