Tag

, , , , , ,

Quando riesco a raccontarvi anche io qualcosa della vita di campagna, mi sento molto orgogliosa. Forse è anche questo uno dei motivi per cui sono così legata alla Calabria: mi permette di avere un rapporto più forte con la terra e con la natura, che a Milano, per ovvi motivi, non posso avere. Oggi volevo parlarvi di un prodotto meraviglioso della terra, che in Calabria, ma in generale un po’ in tutto il sud, si usa conservare per tutto l’anno con un antichissimo metodo di disidratazione ed essiccazione: il pomodoro. Questo antichissimo metodo è in realtà semplicissimo e, di fatto, si occupa di fare tutto il sole. Noi dobbiamo solo prendere dei buoni pomodori san marzano, polposi e maturi (a casa mia si usano questi) e tagliarli a metà. Si ripongono uno accanto all’altro su grandi vassoi di legno e si ripongono al sole, avendo cura di spostarli durante il giorno per evitare che stiano all’ombra. Andranno ritirati poi la sera e coperti da un telo di cotone per proteggerli dall’umidità della notte. Al mattino seguente la procedura ricomincia e si ripongono nuovamente al sole. Occorreranno due o tre giorni prima che siano pronti e il tempo per completare l’essiccazione dipende proincipalmente dal calore del sole e dall’umidità dell’aria. Inutile dire che è preferibile cominciare questa lavorazione in giornate molto calde e poco umide. Una volta secchi, conserviamo i pomodori sott’olio in barattoli di vetro. Mia nonna ama riempirli con un pezzetto di acciuga, aglio e origano. Avrei voluto farvi vedere una foto dei nostri pomodori secchi, ma proprio ieri li ho finiti per preparare questo plumcake. Ottimo piatto unico, perchè ricco di uova e farina.

DSC_0062_FotorINGREDIENTI:

4 uova intere

200 gr di farina (per me 100 integrale e 100 di farro)

6/7 cucchiai di latte (io ne ho aggiunto qualcuno per via della farina integrale che ne assorbe di più)

4 cucchiai d’olio (solo un paio se usate pomodori sott’olio)

1/2 bustina di lievito istantaneo

1/2 cucchiaino di zucchero

due prese di sale

60 gr di parmigiano

6/7 pomodori secchi

20 gr di semi di papavero

una manciata di fiocchi d’avena

Plumcake salatoPROCEDIMENTO:

In una ciotola capiente ho sbattuto le uova intere con lo zucchero e il sale. Ho aggiunto le farina, il latte e il lievito ottenendo un composto omogeneo. Ho unito anche il parmigiano grattugiato, i pomodori secchi tritati grossolanamente e i semi di papavero. Ho versato il composto in una forma da plumcake e ho completato guarnendo la superficie con fiocchi d’avena. Ho cotto in forno a 180 gradi per circa 50 minuti. Ho lasciato intiepidire prima di servire.

CSC_0132_Fotor

Annunci