Tag

, , , , ,

Mi credete se vi dico che più volte alla settimana esco di casa alle otto di mattina per rientrare solo a notte fonda? Nonostante la stanchezza e i mille impegni sto riuscendo nel proposito di mantenere costante la pubblicazione del post il lunedì e di questo sono molto contenta. Il darsi delle regole a volte,  fa bene, soprattutto ad una “randagia” come me. Del resto la cucina è un impegno che si mescola profondamente con il piacere e come tale, rientra negli impegni piacevoli della vita. Più vado avanti e più mi rendo conto di quanto la cucina sta coinvolgendo la mia vita: anni fa “cucinare” voleva dire mettersi in cucina, indossare un grembiule e preparare una ricetta. Oggi invece vuol dire leggere, assaggiare, annusare, informarsi e, soprattutto, sperimentare e oramai sapete che la pasticceria naturale è diventata la mia “ossessione” preferita. Ieri ho fatto il mio primo esperimento con lo sciroppo d’acero per preparare dei biscotti e l’ho trovato davvero meraviglioso. E’ un dolcificante completamente naturale, che si ottiene dalla bollitura della linfa dell’omonimo albero, raccolta prevalentemente in Canada all’inizio della primavera. E’ un alimento dal sapore molto delicato, simile al miele ed è ricchissimo di proprietà depurative ed energetiche, in quanto caratterizzato da un’altissima percentuale di minerali. Penso che molti di voi potrebbero apprezzarlo in sostituzione al malto, perchè il sapore rimane molto più neutro e meno invasivo. L’aggiunta del cocco, dell’uvetta e delle scorzette di limone ha reso questi biscotti profumati e saporiti e li ritengo degli ottimi sostituti dei miei muffin per la mia colazione della settimana, ma anche un dolce accompagnamento ad un the pomeridiano.  Ci vediamo il prossimo lunedì!

DSC_0657_Fotor

INGREDIENTI PER CIRCA 25 BISCOTTI:

Tempo di preparazione:1 ORA+30 DI RIPOSO–Tempo di cottura:20 minuti–Diffcoltà: MEDIA

PER IL RIPIENO:

30 gr di cocco in scaglie

100 gr di uvetta

PER LA SFOGLIA:

250 gr di farina semintegrale

60 gr di sciroppo d’acero

60 ml di olio di mais (biologico)

70 ml di acqua tiepida

un pizzico di sale

mezzo cucchiaino di cannella o vaniglia

la buccia grattugiata di un limone non trattato

10 gr di lievito in polvere per dolci (cremor tartaro)

qualche cucchiaio di malto caldo

PER LUCIDARE:

3 cucchiai di malto e 1 cucchiaio di acqua miscelati insieme

DSC_0611_Fotor_FotorPROCEDIMENTO:

Mescolare la farina, il lievito, la buccia di limone, il sale e la vaniglia e unire poi l’olio e lo sciroppo d’acero, mescolati con l’acqua tiepida. Lavorare velocemente l’impasto, fino ad avere un panetto liscio e compatto e lasciarlo riposare per trenta minuti coperto da un canovaccio. Riprendere poi l’impasto e stenderlo con il mattarello, cercando di formare un rettangolo, delle spessore di crica mezzo centimetro. Ritagliare, poi, dei rettangoli di 30 cm x 10 cm di lato (eventualmente e possibile impastare di nuovo la pasta e ristenderla con eventuali ritagli della precedente. Spennellare tuttal la superificie con il malto riscaldato e posizionare il cocco a scaglie e l’uvetta su tutta la superficie dei rettangoli ottenuti e ripiegarli su sè stessi, nel senso della lunghezza, in modo da ottenere un “salsicciotto”. Con un taglio deciso tagliatelo a rondelle dello spessore di un centimetro circa. Eventualmente si deformino leggermente durante il taglio, absterà arrotondarli nuovamente con le mani. Posizionare i biscotti su una placca da forno e cuocere a 200 gradi per circa 20 minuti o, comunque, fino a doratura. Lucidare subito con il composto di acqua e malto e lasciate intiepidire.

DSC_0662_FotorDSC_0664_Fotor

Annunci