CUPCAKES CON CREMA ALL’ARANCIA E GRANELLA DI PISTACCHIO

Non mi posso certo definire un’amante dei dolci americani: li trovo troppo dolci, troppo burrosi, troppo colorati artificialmente, ma soprattutto poco buoni. Questa naturalmente è un’opinione assolutamente personale, ma, da una come me che ama la pasticceria naturale, non ci si poteva aspettare nulla di diverso. Sono diverse settimane, però, che mi frulla in testa il pensiero di preparare dei cupcakes, che trovo dei dolci molto carini, soprattutto esteticamente, ma che di solito snobbo, perchè non riesco ad apprezzarli a pieno. E’ stato così che sabato pomeriggio ho iniziato con il preparare una buonissima crema al pistacchio, trovando finalmente il modo di utilizzare la pasta di pistacchio che avevo comprato qui e che ancora era intonsa nel suo barattolo: un concentrato di bontà per una come me che diventa matta per questo frutto golosissimo. Ne ho preparato una quantità piuttosto piccola, per evitare di sprecare inutilmente questo prodotto tanto costoso e prelibato, ma il rusultato è stato inaspettatamente troppo buono, tanto che ne ho mangiata praticamente metà a cucchiaiate.

Che dire…quello che era rimasto non era certo sufficiente per decorare dei caupcakes. Ho iniziato così con il preparare una crema all’arancia, che ben potesse sposarsi con gli ancora enormi quantitativi di pistacchio che risiedono comodamente nella mia dimora e quanta soddisfazione vedere quel bel colore arancio, senza dover utilizzare coloranti! Pensavo di averla scampata quindi e di essere in perfetto timing per la ricetta di oggi, ma naturalmente il pericolo è sempre in agguato e ieri, dopo aver preparato le mie tortine e in procinto di inizare a decorarle,  mi sono resa conto che la crema era troppo morbida perchè potesse rimanere bella ferma sui miei cupcakes. E’ stato così che è iniziato nuovamente il lavoro ai fornelli, ma alla fine del pomeriggio, dopo svariati tentativi: “habemus crema”. Anche per questa volta è andata. Spero che questa idea possa essere interessante per le mie lettrici mamme, per una merenda o una festa di compleanno, perchè non avranno nulla da invidiare a dei cupcakes tradizionali.

Buon inizio settimana e al prossimo lunedì 🙂

DSC_0641_Fotor_Fotor1

INGREDIENTI PER 6 CUPCAKES:

Per le tortine

IMPASTO:10 MIN+20 min IN FORNO-PER LA CREMA–Tempo di cottura:15 MIN –Diffcoltà:MEDIA

100 gr di farina semintegrale

50 gr di semola di grano duro

1 cucchiaino di lievito (cremor tartaro)

1/2 cucchiaino di bicarbonato

1 pizzico di sale

la scorza grattugiata di un’arancia

50 ml di olio di semi di girasole o mais biologico

130 gr di sciroppo di riso o mais

85 ml di latte di soia

1 cucchiaino di succo di limone

3 cucchiai di succo d’arancia

PROCEDIMENTO:

Ho miscelato insieme tutti gli ingredienti secchi: le farine, il lievito, il bicarbonato e il sale. In un’altra ciotola capiente ho messo invece tutti quelli liquidi: l’olio, lo sciroppo di riso, il latte di soia, il succo di limone e il succo d’arancia con la sua scorza grattugiata. Ho unito poi i due composti mescolando fino ad amalgamarli bene, ma senza lavorarlo troppo, giusto il necessario. Ho oliato i pirottini da muffin e infarinato e ho riempito con il composto. Ho infornato a 180 gradi per circa 20 minuti (fate sempre la prova stecchino). A cottura ultimata li ho lasciati riposare qualche minuto e poi ho sformato e fatto raffreddare su una gratella.

DSC_0659_Fotor

PER LA CREMA ALL’ARANCIA:

 200 ml di latte di mandorla

200 ml di sciroppo di mais

55 gr di amido di mais

100 ml di spremuta di arancia

la buccia grattugiata di un’arancia

1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO:

Versare  il latte di mandorla in una pentola e unire il malto, la buccia d’arancia e il sale e cuocere a fuoco basso, mescolando di frequente. Intanto diluire l’amido di mais nel succo d’arancia e quando il latte inizia a sobbollire, unire i due composti. Continuare a mescolare per qualche minuto, fino a che la crema inizierà ad addensare. Spegnere non appena inizia a bollire. Lasciare raffreddare ed eventualmente ripassarla con frullatore ad immersione (se necessario).

DECORAZIONE DEI CUPCAKES:

Versare la crema in un sac à poche e decorare i cupcakes disegnando dei cerchi concentrici, dall’esterno verso l’interno. Eventualmente potrete prima togliere parte della calotta superiore delle tortine per riempirli maggiormente di crema e potreste anche bagnarli con un po’ di liquore, qualora non fossero destinati ai bimbi oppure con un succo d’arancia analcolico. Potete decorare con granella di pistacchio e pistacchi interi o con fettine di arancia candita o cioccolato o quello che la vostra fantasia vi suggerisce. Il succo d’arancia può essere sostituito con il succo di un qualsiasi frutto vogliate usare. Le proporzioni degli altri ingredienti rimangono invariate

DSC_0644_Fotor

Enjoy

Annunci

39 thoughts

  1. Gli ingredienti mi piacciono un sacco. Chissà che profumo! Ma questi vanno bene anche per la merenda degli adulti, mica bisogna fare tutto solo per i bimbi! 😉 Ps.: Sui dolci americani la penso proprio come te e, in tutta sincerità, capisco poco anche il cake design. Per me, come il vecchio e semplice dolce da forno non c’è nessuno.

    1. Ciao Sonia!
      E’ vero, non sono certo solo per i bambini 🙂
      Per il cake design provo anche io una particolare avversione, soprattutto per quanto riguarda il gusto, per me assolutamente quasi “nauseante”. Ma io sono una di quelle che odia il pan di spagna inzuppato di sciroppi o liquori e che ai matrimoni non mangia mai la torta. Viva la torta di mele (o la tua cioccopere) 🙂
      Ti auguro una splendida giornata, a presto!

    1. Allora vuol dire che faccio bene il mio “mestiere”…
      Non ho apprezzato questa volta la canzone (sono sincera), ma questa cosa che mi lasci un titolo “così” mi piace da morire. La musica mette in comunicazione le persone come il cibo. In modo diverso, ma con la stessa intensità.
      Un abbraccio
      Placebo – Special needs (in cuffia per davvero)

  2. Sono sostanzialmente d’accordo sui dolci americani, anche se poi, quando mi sono trovato lì, li ho assaporati, fanno parte del contesto 🙂 ho trovato cose anche peggiori in giro per il mondo 😀 Effettivamente il colore della crema all’arancia è meraviglioso 🙂 E chissà che bontà il tutto. 🙂

    Fabio

    1. Fabio, non ho mai avuto il piacere di apprezzare in loco i dolci americani e di conseguenza, come sempre, nella terra d’origine tutto acquista un sapore e un fascino diverso. Io i peggiori dolci li ho mangiati a Milano (tratto sempre male la mia città). I migliori? Napoli tutta la vita 🙂
      Un abbraccio e a presto!

  3. Quella crema all’arancia ha un aspetto paradisiaco…. oltretutto io adoro gli agrumi, quindi prendo spunto che magari termino gli ultimi pistacchi di Bronte prima che ritorni il caldo a sciuparli.
    Un bacione 🙂

  4. Non sono nemmeno io un fanatico dei cupacakes.
    Hai ragione, esteticamente sono dei dolci perfetti ma al primo morso ho sempre avuto una sensazione povo piacevole: sempre troppo asciutti e coperti di una stucchevolissima crema al burro che non faceva altro che intensificare la stopposità dell’insieme. Raramente riesco a finirne uno…
    Per questi motivi non posso che apprezzare il tuo consiglio di bagnarli e di scavarli un pò. Quello che però mi piace più d tutto è quella deliziosa crema all’arancia che ha l’aspetto morbido e gustoso di una nuvoletta.

    Dei tuoi si che potrei fare il bis! 🙂

    PS: non serve che ti dica che sono anche bellissimi…

    1. Ciao Emanuele 🙂
      allora sono sicuro che avresti apprezzato! Io non li ho bagnati all’interno, perchè non avevo un liquore adatto, ma li ho scavati un po’ in modo da riempirli bene di crema e ti assicuro che non erano per nulla asciutti. La crema era molto buona, sono rimasta contenta anche io. Ogni volta che mi metto a preparare dolci naturali penso: come farà ad uscirne qualcosa di buono? E invece poi mi ricredo 🙂
      Un bacione e grazie di cuore di essere passato

  5. molto intriganti!
    Condivido con te il non essere fan dello “stile americano” per i dolci (troppo dolci)
    e aggiungo anche della mania del cake design!
    AIUT!
    Ne approfitto per farti gli auguri di Buona Pasqua!
    Ciao

  6. Per un attimo ho pensato di avere sbagliato blog! 😀
    Che belli questi cupcake, sono certa che mi piacerebbero molto, quelli tradizionali per me sono troppo carichi e pesanti. Invece quella cremina all’arancia mi fa molta gola e mi incuriosisce molto la consistenza…. Ottima proposta, direi! 😀

  7. Questi dolcetti sono davvero adorabili! Tra l’altro hanno anche risolto il mio dubbio riguardo alla possibilità di usare la farina di semola nei dolci lievitati tipo torte, muffin e cupcakes…il risultato è senza dubbio ottimo! Complimenti per la ricetta, un abbraccio 🙂

    1. Ciao Giovanna, lo sciroppo di riso o di mais lo trovi tranquillamente nei negozi di prodotti biologici, tipo NaturaSi, Se volessi sostituirli con altro, potresti utilizzare lo zucchero tradizionale (meglio se grezzo di canna), tenendo conto che dovrai, però, aumentare le dosi della parte liquida della ricetta. Non mettendo lo sciroppo, infatti, dovrai sostituirlo con altro liquido, ad esempio latte di soia, di peso pari all’incirca al 70/80% dello sciroppo che avresti dovuto mettere.
      Grazie mille di essere passata!
      Buona giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...