Tag

, , , , , , ,

Anche questa settimana avete rischiato che mi presentassi qui con una ricetta di pasticceria naturale. Oramai siete abituati a seguirmi e a seguire questa mia ossessione passione e so che, in fondo, iniziate ad apprezzare e mi capite. Ma questo weekend è stato speciale e meritava un pranzo di tutto rispetto. Questo lungo weekend del primo maggio è stato molto importante per me e, in un certo modo, illuminante. Ho letto tante volte, su libri e altri blog, circa l’importanza di “fare spazio” nella propria vita, anche in termini puramente pratici: liberarsi dell’inutile, del superfluo, del superato per fare spazio al nuovo: libera la mente e il corpo dalla fossilizzazione del passato e lascia entrare cose nuove. E così questi tre giorni li ho trascorsi facendo ordine, dentro e fuori e come per magia tutto è sembrato finalmente più chiaro, più leggero, più dolce. Ho seguito i miei ritmi naturali, che passano attraverso un po’ di follia, di pigrizia, di musica a notte fonda, ma anche di amici, che ti abbracciano di bene incondizionato e poi c’è lei, la tua passione, a farti stare bene. Domenica mattina, con la luce ancora soffusa e una Milano ancora spenta dopo la guerra di sabato, mi sono messa al lavoro con il mio grande amore: la farina. Mi hanno accompagnato per qualche ora solo il rumore soffice delle mani nella pasta, il battere fermo del coltello sul piano di legno e un po’ di buona musica di sottofondo. I piatti che ti rappresentano sono quelli che ti danno più soddisfazione e questa ricetta mi racchiude un po’ dentro di sè:  ho messo un po’ di tradizione, un po’ di profumi lontani, qualcosa di piccante e un po’ di mare, che fa sentire sempre a casa. Questi gnocchi credo sarebbero piaciuti anche a voi.

Buona settimana, ci vediamo il prossimo lunedì 🙂

DSC_0757_Fotor1INGREDIENTI (PER DUE)

PER GLI GNOCCHI:

150 gr di semola di grano duro rimacinata + un po’ per lavorare l’impasto

300 ml di acqua (circa)

1 cucchiaio di curry

circa 25 gr di uova (metà)

15 grammi di parmigiano grattugiato

un pizzico di sale

DSC_0725_Fotor

PROCEDIMENTO

Ho portato l’acqua ad ebollizione con un pizzico di sale e ho spento. Ho aggiunto all’acqua il curry e ho iniziato a versare a pioggia la semola setacciata. Ho riacceso il fuoco e ho mescolato con un cucchiaio di legno per un paio di minuti amalgamando bene l’impasto. A questo punto ho spento il fuoco e ho aggiunto l’uovo e il parmigiano, mescolando veolocemente. Il composto ottenuto l’ho rovesciato su un piano di lavoro infarinato (farina 0 o semola). Ho formato un panetto e l’ho lasciato riposare per una decina di minuti. Una volta tiepido, con l’aiuto di un po’ di farina (ne basterà pochissima), ho ricavato i classici filoncini, fino ad esaurimento dell’impasto e ho tagliato gli gnocchi (per me di circa 3 centimetri). Li ho rigati sulla tavoletta di legno (voi potete farlo anche su una forchetta) e li ho riposti su un vassoio infarinato, in attesa della cottura.

DSC_0735_FotorPER IL SUGO

INGREDIENTI:

1 calamaro piccolo

6 gamberi

una decina di cozze

qualche vongola (o altri frutti di mare a piacere)

pomodorini o un pomodoro ramato

mezzo bicchiere di vino bianco

5 o 6 fave da sgranare

1 cucchiaio di curcuma

un pizzico di cumino

4 cucchiai di olio

1 spicchio d’aglio

sale

peperoncino in polvere (a piacere)

PROCEDIMENTO:

Ho pulito il calamaro e l’ho tagliato a rondelline, lasciando intatti i ciuffetti. Ho pulito sciacquato i gamberi e li ho sgusciati. Ho pulito anche le cozze e le vongole. Ho aperto le fave ricavandone i frutti, a cui ho tolto la pellicina sbollentandole per qualche secondo nell’acqua per gli gnocchi, che ho iniziato a mettere sul fuoco. Ho scaldato l’olio con uno spicchio di aglio intero e ho aggiunto il calamaro, lasciando soffriggere per un paio di minuti. Ho aggiunto poi le fave e i gamberi e ho sfumato col vino. Ho aggiunto il pomodoro tagliato a piccoli pezzetti (privato della buccia) e ho lasciato cuocere ancora per qualche minuto. A parte ho aperto le cozze e le vongole a fuoco vivo in una pentola coperta. Una volta aperte, le ho sgusciate e aggiunte al sugo. Il succo delle cozze e della vongole l’ho filtrato e aggiunto al resto del pesce. Ho lasciato asciugare ancora un minuto e ho spento. Ho cotto gli gnocchi in abbondante acqua salata, alla quale ho aggiunto un cucchiaio di curcuma e un pizzico di cumino per profumarli. Li ho cotti per un solo minuto (non ho aspettato che venissero a galla) e li ho aggiunti al sugo di pesce, sotto il quale avevo riacceso il fuoco. Ho aggiunto qualche cucchiaio di acqua di cottura. Ho saltato brevemente e ho aggiunto un po’ di peperoncino. Ho servito gli gnocchi ancora bollenti, con un filo di olio extravergine a crudo.

ENJOY

DSC_0755_Fotor

Annunci